Giuliano_Francesconi_Albero_Fil_Rouge

Giuliano_Francesconi_Albero_Fil_Rouge

Venerdi sera sono stata a Bassano del Grappa per partecipare all’incontro con l’artista con Giuliano Francesconi, un fotografo che ha allestito una mostra fotografica di cui Claudio Cervelli by Idee… in Luce,  ha curato l’illuminazione.

Il titolo della serata sarebbe potuto essere benissimo un più conviviale “quattro chiacchiere con Giuliano” perché, anche se con una partenza un po’ lenta,  tipica di chi si sente più a suo agio dietro l’obiettivo che davanti ad un pubblico, anche il Maestro Francesconi si è lasciato portare dalla passione per il suo lavoro e a raccontare il suo inizio con la pellicola, i primi lavori con la nikon prestata da un amico e di essere stato pioniere del passaggio al digitale.

Aneddoti ed esperienza hanno coinvolto un pubblico molto giovane, spronato dalla figlia Giulia, Francesconi ha fatto notare come tutto passa, come il progresso sia necessario, anche se questo ha portato alla scomparsa di molte artigianalità anche nel mondo fotografico, ad un doversi reinventare.

La facilità con cui tutti oggi facciamo lo scatto, postiamo i nostri selfie, trend che ha coinvolto anche il mondo commerciale che, per risparmiare, è passato al “fatto in casa”. Ma anche questa tendenza sta passando.

Ci si è accorti che proprio perché di immagini ne vediamo tante, abbiamo bisogno di quella che ci emoziona per spiccare tra la quantità.

La mostra “Fil Rouge Giuliano Francesconi fotografie 1993-2012” è allestita all’interno della Chiesetta dell’Angelo, costruita nel 1655 è un ambiente intimo e, con la sua forma ellittica, perfetto contenitore di queste iniziative, nella sua cornice di sacro e antico.

Nonostante l’introduzione alla serata sia partita con

“la fotografia è come una barzelletta, se la devi spiegare non è venuta bene” citazione di Ansel Adams

un po’ di racconti sulle  foto esposte, il nostro Artista, ce li ha fatti: come sono nate, che cosa il soggetto ha voluto raccontare.

La mostra, ad ingresso libero, è visitabile dal venerdi alla domenica dalle ore 15 alle 19 fino al 21 aprile 2014.

Itinerario perfetto in queste giornate ormai primaverili, per fare una visita a Bassano, senza dimenticare lo storico ponte, merita una passeggiata per le vie del centro ad ammirare le vetrine e tenere d’occhio le numerose iniziative di mostre ed eventi che vengono proposte.

Molto vivace!

Alla fine dell’incontro abbiamo cercato un posto per cenare e, dietro suggerimento di Giulia, abbiamo fatto prolungare l’orario al cuoco del “Birreria Ottone” che,  a dispetto del nome, è un ristorante piuttosto raffinato. Una volta entrati si fa un tuffo nel passato e pare di essere negli anni ’40, forme lineari, decori semplici. Piatti molto buoni, curati nella presentazione e nel gusto, i camerieri, anch’essi d’altro tempo, sono molto cortesi. Il conto adeguato al locale e al cibo.

 Romina

Studio Fotografico Giuliano Francesconi http://www.giulianofrancesconi.com/

Claudio Cervelli by Idee… in Luce http://www.claudiocervelli.com/

Chiesetta Dell’Angelo – Via Roma, 80 36061 Bassano del Grappa Vicenza

Birreria Ottone – Via Giacomo Matteotti, 50 36061 Bassano del Grappa Vicenza tel. 0424 522206

Fil Rouge

Fil Rouge

Senza categoria

Rispondi